• Notizie: dettaglio notizia

    • Icona Notizie 26/10/2017

      AVVISO D'ASTA vendita del materiale legnoso - CATENA DELLA RENGA

      COMUNE DI CASTELLAFIUME (AQ)


      AVVISO D’ASTA


      Uffiio tecnico
      Tel.086354142
      Fax.08654440
      utc@comune.castellafiume.aq.it
      PROT. 2413/2 Del 26.10.2017
      Per la vendita del materiale legnoso ritraibile dal taglio di n. 5.790 piante di alto fusto di faggio Di cui n°3.750 aventi diametro superiore a cm. 17.6 ,N°943 aventi diametro compreso tra 12,6 e 17,5 e n°1.097 aventi diametro inferiore a cm,. 12.5 radicate nel bosco denominato “CATENA DELLA RENGA ”-
      Part.lla PAF n° 35 - SUPERFICIE INTERVENTO HA.35,00


      PRIMO ESPERIMENTO DI GARA: 11 NOVEMBRE 2017

      IMPORTO A BASE D’ASTA : EURO. 67.900,00
      IMPORTO DELLE SPESE TECNICHE : EURO.14.278,28-ESENTE IVA-

      IL RESPONSABILE
      in esecuzione delle determinazioni di questo servizio tecnico n°78 del 19.07.2016 e n°124 del 19.10.2017 ;
      E secondo le norme tecniche e prescrizioni impartite nella Determinazione Regionale di autorizzazione al Taglio n° DPD025-135 del 13.10.2017;
      RENDE NOTO
      che il giorno 11 NOVEMBRE 2017, alle ore 10.00 e seguenti avanti al Responsabile del Servizio, nella Residenza Municipale avrà luogo un’asta pubblica per la vendita del materiale legnoso ritraibile dal taglio di n. 5.790 piante di faggio radicate nel bosco comunale in agro ed in tenimento del Comune di CASTELLAFIUME denominato “CATENA DELLA RENGA-35 ” al prezzo base d’asta di €. 67.900,00. L’asta pubblica sarà tenuta per mezzo di offerte segrete da confrontarsi con il prezzo minimo prestabilito ed indicato in una scheda segreta dell’Amministrazione (art. 73, lettera B, del Regio Decreto 23 maggio 1924 n0 827), con il procedimento di cui al successivo art. 75 del medesimo R.D.
      Per essere ammesso alla gara ciascun concorrente dovrà trasmettere - a pena l’esclusione ga- entro le ore 12.00 del giorno precedente a quello della gara, la propria offerta mediante piego raccomandato e sigillato con ceralacca (art. 75, comma 11, R.D. 827/24) controfirmato sui lembi, recante nella parte anteriore la scritta “Offerta per l’asta pubblica relativa alla vendita del bosco “CATENA DELLA RENGA -PART. 35” e nella parte posteriore l’indirizzo completo del mittente. L’Amministrazione non risponde delle offerte pervenute in ritardo per disguidi postali (art. 75, comma 5, R.D. 827/24).
      Il plico per la partecipazione all’asta può essere presentato entro i termini stabiliti,anche a mano presso l’ufficio protocollo dell’ente dalle ore 9.00 alle ore 12.00 dei giorni lavorativi.
      L’offerta redatta in carta legale dovrà essere espressa sia in cifre che in lettere, in valore assoluto oppure in percentuale, contenuta in una busta sigillata con ceralacca e controfirmata sui lembi, posta all’interno del piego. In caso di discordanza tra l’offerta scritta in cifre e quella scritta in lettere, sarà considerata valida quella più favorevole per il Comune (art. 72, comma 2, R.D. 827/24).
      Inoltre, allegati all’offerta e sistemati dentro il plico, ogni concorrente dovrà trasmettere sempre a pena di esclusione, i seguenti documenti in bollo:
      1) Deposito cauzionale pari al 20% dell’importo a base d‘asta (di € 13.580,00) a mezzo polizza bancaria o assicurativa.
      Tale deposito verrà trattenuto a titolo di garanzia fino al collaudo dei lavori.-

      2) un certificato da cui risulti l’iscrizione, come Ditta Boschiva, alla Camera di Commercio, Industria ed Agricoltura di data non anteriore a 6 (SEI) mesi a quella della gara, come stabilito nel relativo Capitolato Generale d’Oneri art. 5, c. 1. Nel caso si tratti di Società regolarmente costituite, dal detto certificato dovrà risultare che esso è stato rilasciato in base ad atti depositati presso la Camera di Commercio stessa e dovrà indicare la persona a cui spetta la legale rappresentanza sociale. Il suddetto certificato dovrà risultare legalizzato dal Prefetto della Provincia competente per territorio qualora la gara avvenga in una provincia diversa da quella della Camera di Commercio che lo ha rilasciato. Sono escluse dalla gara le Società di fatto;
      3) un certificato rilasciato dalla Regione Abruzzo- settore tutela patrimonio boschivo ,attestante l’idoneità alla lavorazione di superfici boscate , di data non anteriore a 6 (SEI) mesi a quella della gara, , oppure una dichiarazione dello stesso tempo esplicitamente apposta in un precedente certificato, attestante la idoneità a concorrere all’esperimento d’asta per il lotto messo in vendita;
      4) una dichiarazione con la quale il concorrente attesti di essersi recato sul luogo ove deve eseguirsi l’utilizzazione e di avere preso visione delle condizioni locali, di tutte le circostanze generali e particolari relative alla utilizzazione stessa, nonché del Capitolato Generale d’Oneri, ;
      5) una procura speciale nel caso in cui il concorrente partecipi alla gara a mezzo di un proprio incaricato per tale procedura, debitamente legalizzata, dovrà essere unita in originale al verbale d’incanto, come stabilito nel relativo Capitolato Generale d’Oneri.
      I certificati di cui ai punti 2, 3, 4, possono essere presentati in originale ovvero in copia autenticata ai sensi dell’art. 7 della legge 15/68. E’ altresì possibile presentare, in luogo dei suddetti certificati, una dichiarazione sostitutiva anche cumulativa, a norma del D.P.R.445/2000, e con allegato copia del documento d’identità; la sottoscrizione delle predette dichiarazioni sostitutive non necessita di autenticazione; in tal caso i certificati originali saranno presentati dalla ditta aggiudicataria successivamente all’aggiudicazione.
      Non possono essere ammessi alla gara:
      a) coloro che abbiano in corso con l’Ente proprietario contestazioni per altri contratti del genere e che si trovino comunque in causa con l’Ente stesso per qualsiasi altro motivo;
      b) coloro che non abbiano corrisposto al detto Ente le somme dovute in base alla liquidazione di precedenti verbali di collaudo e di altre vendite.
      c)Coloro che si trovano in una delle condizioni previste dall’art.80 del Decreto Leg.vo 18/04/2016 n° 50”Motivi di esclusione”.-
      L’asta sarà aggiudicata al concorrente che avrà presentato l’offerta più vantaggiosa rispetto al prezzo indicato nella scheda segreta dell’Amministrazione.
      Sì procederà all’aggiudicazione anche nel caso che pervenisse una sola offerta (art. 65, comma 10, R.D. 827/24). In caso di offerte uguali, per l’aggiudicazione, si procederà a sorteggio.
      Il prezzo di aggiudicazione dovrà essere versato alla tesoreria comunale di CASTELLAFIUME nel modo seguente:

      prima rata: 45% dell’importo di aggiudicazione alla stipula del contratto;

      seconda rata: 30% dell’importo di aggiudicazione al raggiungimento del 40% dell’utilizzo del bosco .
      Terza rata: saldo del 25% dell’importo di aggiudicazione al raggiungimento dell’80% dell’utilizzo del bosco.
      spese tecniche: Alla stipula del contratto.-

      L’aggiudicatario dovrà eleggere domicilio presso il Comune di CASTELLAFIUME per ogni rapporto contrattuale ed assumere la manodopera tra gli operai di CASTELLAFIUME. Per quanto non previsto nel presente bando, valgono le disposizioni tutte del Capitolato Generale d’Oneri, del verbale di assegno, nonché delle Leggi e dei Regolamenti vigenti in materia.
      Si ribadisce che la consegna dovrà avvenire entro e non oltre 40 (quaranta) giorni dalla stipula del contratto e il taglio delle piante e lo sgombero del materiale dovrà essere terminato entro 24 (ventiquattro) mesi dalla data di consegna .Per eventuali proroghe saranno applicate le norme del capitolato d’oneri parte integrante del progetto di taglio.-
      Gli atti relativi alla presente gara possono essere visionati presso l’ufficio tecnico comunale nei giorni di Mercoledi e Giovedi dalle ore 9.00 alle ore 12.30.
      Ai sensi dell’art. 10 della Legge 31.12.1996, n. 675, si precisa che il trattamento dei dati personali, sarà improntato a liceità e correttezza nella piena tutela dei diritti dei concorrenti e della loro riservatezza. Il trattamento dei dati ha finalità di consentire l’accertamento dell’idoneità dei concorrenti a partecipare alla procedura di affidamento dei lavori di che trattasi.
      Restano a carico dell’aggiudicatario tutte le spese contrattuali,di bolli registrazione etc.
      CASTELLAFIUME, 26.10.2017


      Il Responsabile del Servizio
      Geom.Mario Ferrazza



      IN ALLEGATO IL DOCUMENTO COMPLETO



Sei il visitatore N.: 308617
Powered by ICT Global Service srl